Bollettino 20


CLUB DI CONVERSAZIONE

ITALIANA DI TOURNAI





Giufà



Novembre 1994 - N° 20




GIUFA' (*)


Stufo di essere tormentato dalle mosche, e sapendo che per ottenere giustizia per ogni danno subito bisogna rivolgersi al giudice, Giufà si reca da un nobile magistrato, il quale gli dice: "Figlio mio, e semplicissimo: quando vedi una mosca, schiacciala". In quel preciso istante, una mosca si posa lieve sulla guancia del giudice. Immediata reazione di Giufà, che scatta e appioppa un sonoro ceffone all'imprudente Salomone, il quale protesta offeso. Replica Giufà: "Ma siete stato voi, signor giudice, che mi avete ordinato di ucciderla!".

(da Leonardo Sciascia, "La Sicilia come metafora")

(*) personaggio della novellistica popolare diffusissimo nell'Italia centro-meridionale: tipo di sciocco che passa attraverso le avventure più assurde uscendone sempre indenne.



La riunione del 8 Novembre 1994 avrà come tema di conversazione i ricordi suggeriti dagli oggetti. Ognuno è perciò invitato a portare un oggetto (personale) e ad esprimersi in funzione di esso (per es. fotografia, libro o qualsiasi altra cosa).



La volta scorsa


Il nuovo ciclo di riunioni del nostro club di conversazione e iniziato decisamente all'insegna del buon umore e persino della sorpresa.
In questa piacevole atmosfera si è parlato (seriamente) del programma di quest'anno. Nell'ambito dei nostri incontri verrà invitato qualche oratore. Sarà anche organizzato un viaggio a Venezia per le vacanze di Pasqua '95. Assisteremo, se tutto si concretizza come previsto, ad alcuni spettacoli lirici (in italiano) al teatro della Monnaie a Bruxelles.
Per quanto riguarda il funzionamento del nostro club, è stato affermato il principio di una gestione trasparente delle attività a beneficio di tutti i membri. Il comitato, autocostituitosi due anni fa, si è quindi reso disponibile per un cambio della guardia ed ha espresso inoltre la propria massima apertura a suggerimenti e proposte costruttive. Il messaggio è stato pienamente recepito da tutti i presenti. Il comitato rimane in sella. Emanuela Tosatto, nuova arrivata nel gruppo e subito adottata (come gli altri nuovi membri), ha espresso il desiderio di partecipare ai compiti del comitato.
Nel corso della riunione è stata anche sottolineata l'opportunità di accompagnare la crescita del nostro club (finora semi-informale) con l'adozione di alcune regole più formali. Verrà perciò elaborato ed approvato prossimamente uno statuto minimale indicante finalità e regole di base (gestione, funzionamento) del nostro club.
Con soddisfazione abbiamo accolto nuove reclute: oltre ad Emanuela, di cui si e appena fatto cenno, Annie Leblanc, Patricia Ruscart, André Kin e Etienne Leruste, dimostrazione se non altro della vitalità del nostro circolo e della bontà del suo principio. Porgiamo loro, va da se, un caloroso benvenuto.
La sorpresa infine è venuta da Raimondo Depraetere il quale ha voluto festeggiare il suo compleanno offrendo a tutti quanti pizza e vino. L'arrivo senza preavviso della pizza ha destato reale meraviglia! Grazie Raimondo, tanti auguri, alla salute e buon appetito !