Bollettino 29

CLUB DI CONVERSAZIONE

ITALIANA DI TOURNAI





Italo Calvino
(Santiago di Cuba, 15 ottobre 1923 – Siena, 19 settembre 1985)




Novembre 1995 - N° 29




MARZO E IL PASTORE


"C'era un pastore che aveva tantissime pecore, montoni ed agnelli. Stava sempre con l'anima in pena per la paura che gli morisse qualche bestia. L'inverno era lungo, e il pastore non faceva altro che supplicare i Mesi: - Dicembre, siimi propizio ! Gennaio, non mi uccidere le bestie col gelo ! Febbraio, se sei buono con me ti renderò sempre onore !
I mesi stavano ad ascoltare le preghiere de l pastore e le esaudivano. Non mandarono né pioggia né grandine, né malattie del bestiame. Passò anche Marzo, che è il mese più difficile di carattere; e andò bene. S'arrivò all'ultimo giorno del mese, e il pastore ormai non aveva più paura di niente adesso si era all'Aprile, alla primavera, e il gregge era salvo.
Smise il suo solito tono supplichevole, e prese a sghignazzare: - O Marzo ! O Marzo ! Tu che sei lo spavento dei greggi, a chi credi di far paura ? Agli agnellini ? Ah, ah, Marzo, io non temo più ! Siamo in primavera, non mi puoi più far del male, Marzo dei miei stivali, puoi andartene proprio a quel paese!
A udire quell'ingrato, Marzo impermalito corse a casa di suo fratello Aprile e gli disse: "O Aprile mio fratello,/ imprestami tre dei tuoi dì/ per punire il pastorello/ che lo voglio far pentir !".
Aprile, che a suo fratello era affezionato, gli prestò i tre giorni. Marzo raccolse i venti, le tempeste e le pestilenze che c'erano in giro e scarica tutto addosso al gregge di quel pastore.
Il primo giorno morirono i montoni e le pecore. Il secondo giorno tocco agli agnelli. Il terzo giorno non resta una bestia viva in tutto il gregge, e al pastore rimasero solo gli occhi per piangere."

Da Italo Calvino "Fiabe italiane" (Corsica)



La riunione dell'8 novembre 1995 (eccezionalmente spostata per motivo della festa di Ognissanti) avrà per tema di conversazione gli animali di compagnia. Ottima occasione per raccontare aneddoti...



La volta scorsa


Con espressioni di simpatia reciproca per la Letizia di ritrovarsi tutti insieme all'appuntamento è cominciata la prima riunione del nuovo ciclo.
La serata è partita in quarta, facendo il pieno di presenze e annoverando anche due nuovi membri del club, Dominique Dogot e Yves Hennekinne, che salutiamo cordialmente.
Riportiamo qui alla rinfusa i diversi progetti espressi durante la riunione: viaggio a Roma, scambio con Praga, serata o notte del cinema italiano, organizzazione di un concorso per il "logo" del club, creazione di biglietti da visita a nome del club, sistemazione di un fondo di libri italiani presso la biblioteca di Tournai, viaggi di un giorno, contribuzione al gemellaggio di Tournai con qualche città italiana, progetto a carattere europeo (con contributo della comunità europea), partecipazione al festeggiamento del centenario della scuola Don Bosco di Tournai.
Il nostro amico Etienne, infine, ha presentato con passione un progetto "nuovissimo": il collegamento del club di conversazione a Internet.
In funzione delle proprie possibilità o opportunità, ogni membro del club potrà impegnarsi - se lo vorrà -, per la realizzazione dell'insieme o di una parte di queste attività...


Ci è pervenuta la notizia di un felice evento: la nascità, il 9 ottobre, di Alessandra, figlia di Emanuela e Etienne Leruste. Ai genitori rivolgiamo i più fervidi auguri ad Alessandra 24.000 bacettini !


Da Perugia, dove segue i corsi dell'Università per Stranieri, ci ha scritto la nostra amica Marisa Grégoire. Approfitteremo della riunione per inviarle una cartolina collettiva.