Bollettino 51


CLUB DI CONVERSAZIONE

ITALIANA DI TOURNAI





Intérieur de la Gare Saint-Lazare à Paris,
Claude Monet, 1877




Febbraio 1998 - N° 51




PRECAUZIONE INUTILE


" Quella di far le valigie è una cosa meno semplice di quanto si creda. L'idea sarebbe di mettere tutto a portata di mano; cioè, tutto negli strati superiori, lasciando vuoto, per conseguenza, il fondo della valigia. Le mogli e le sorelle, quando fanno le valigie per i mariti o per i fratelli, credono che in viaggio si debba fare un uso straordinario di fazzoletti.
Filippo era uno di quelli che si vantano di saper fare le valigie. Ed era vero. Egli, per esempio, metteva sempre nella valigia due spazzolini per i denti :
- Non si sa mai; - diceva - ci potrebb'essere uno scontro ferroviario; si rompe uno spazzolino, resta l'altro.
Che sciocchezza! In uno scontro ferroviario, se si rompe uno spazzolino, è molto probabile che si rompa anche l'altro. Capiremmo se nella valigia si mettesse addirittura una dozzina di spazzolini per i denti. Allora, per quanto grave possa essere lo scontro ferroviario, c'è sempre la speranza di salvarne almeno uno. Ma anche questa è una sciocchezza: se lo scontro ferroviario non avviene? Che se ne fa uno di dodici spazzolini per i denti?
- Conobbi per l'appunto un tale - disse Filippo mentre riempiva la valigia - che non viaggiava mai con meno di trenta spazzolini per i denti in previsione di scontri ferroviari. Ebbene, una volta lo scontro avvenne, e la precauzione apparve assolutamente inutile.
- Non si salvò nemmeno uno degli spazzolini del vostro amico? - chiese Battista impressionato.
No, - disse Filippo - non si salvò nemmeno uno dei suoi denti. Mentre, per colmo di sciagura, gli spazzolini si salvarono tutti. "

Achille Campanile



La prossima riunione del Club si svolgerà il 4 febbraio 1998 presso il Club di Tennis di KAIN, vicino a Tournai Expo. Avrà per tema il ruolo delle automobili nella nostra vita di tutti i giorni, la loro utilità, i problemi che spesso causano, aneddoti ...


La volta scorsa

Avevamo deciso di provare un nuovo locale e cioè il " foyer" del Club di Tennis di Kain (vicino a Tournai Expo). Parliamone subito: ci siamo così ritrovati in una sala interamente a nostra disposizione, attorno ad un tavolo di forma quadrata, con un servizio simile a quello di Froyennes. Qual'è l'impressione predominante? Il fatto che si possa parlare liberamente senza nessun rumore di fondo : la comunieazione ne esce naturalmente avvantaggiata; c'è però un aspetto a priori negativo per quanto riguarda la localizzazione: non è facile per niente riuscire a trovare il locale. Trovarlo è stato per molti quasi un " exploit" e addirittura per alcuni è stato impossibile!
La serata si è svolta in un modo molto piacevole ed anzi anche animata. Iniziata con l'intervento di Maryse Grégoire sul tema del Verismo e del Neorealismo, in cui ha parlato in particolare dello scrittore siciliano Giovanni Verga (1840 - 1922) e del suo capolavoro "I Malavoglia" - un'epopea degli umili dominati dall'ineluttabilità del destino -, la riunione si è prolungata con una discussione molto impegnata sul signifieato da dare al realismo, al suo rapporto con l'arte, con la politica, ecc ...
Insomma una serata realmente istruttiva e brillante.





Le riunioni del club si svolgono il primo mercoledì di ogni mese, di nuovo questo mese
eccezionalmente non al Royal Tennis Club Tournaisien,
ma al Club di Tennis di KAIN (vicino a Tournai Expo) e cominciano alle 19:30


Indirizzo di contatto:

Emanuela TOSATTO - Chaussée de Lannoy, 128 - 7503 FROYENNES - Tel./Fax: 069/22.80.42
oppure
Arcangelo PETRANTÒ - Tel. : 069/64.97.94