Bollettino 69


CLUB DI CONVERSAZIONE

ITALIANA DI TOURNAI





Roma : Stazione termini (veduta laterale)


Febbraio 2000 - N° 69



(Gli Italiani) Quando tornano…

Taciturni e di malumore sino alla stazione di Briga, i miei compagni di scompartimento, che erano tutti e tre italiani, cominciarono a diventare euforici appena il treno fu entrato in quella di Domodossola.
- Oh, finalmente ! - disse il signore calvo togliendosi la giacca e rimboccandosi le maniche della camicia sui gomiti. - Non ne potevo più !
- A chi lo dice ! - rispose il signore con i baffi che gli sedeva di fronte. - Io, guardi, prima di rimettere il piede fuor d'Italia, ci voglio ripensare quattro volte… Ma che scherziamo ? Sono stato un mese in Inghilterra e… intanto mi ci sono ammalato d'intestini per la mancanza d'olio d'oliva che lì lo vende il farmacista a centigrammi facendolo pagare l'occhio della testa… Che paese !… Mio figlio che sono andato a trovare a Oxford… Ma alla fine dell'anno me lo riporto a casa, anche perché non vorrei che si infognasse con qualcuna di quelle ragazze, sa… Perché io non aspiro né a una principessa romana né a una miliardaria milanese. Magari mi contento di una piccola borghese… Anche una dattilografa… Ho certe dattilografe, io, nel mio ufficio, che si rimangiano qualunque miss… Ah, le nostre donne italiane, anche le più semplici…
- E lo racconta a me che sono stato un anno in Svizzera ? - disse il signore con la pipa. - Ma le ha guardate mai, lei, le donne svizzere ? Intanto, portano tutte gli occhiali… Poi, non le dico come fanno la cucina. Mettono lo zucchero nell'insalata…
- Ah, non parliamo di cucina ! - disse il signore calvo levando gli occhi al cielo. - Prima di tutto, cucina è una parola italiana intraducibile nelle lingue estere… Guardi, guardi i panini che vende quel tipo là, col brindelletto di prosciutto che scappa fuori e che è tutt'un invito… Dice : ci sono le mosche… Naturale : in Olanda, di dove vengo, le mosche non ci sono, perché cosa mangiano ? Eppoi, guardi la faccia della gente… In fondo, è la stessa gente che abbiamo lasciato a Briga, pochi chilometri fa. Eppure, non so cos'è, ma l'aria d'Italia…
- Non sa cos'è ? - interruppe il signore con la pipa. - Ma è la gioia di vivere, diavolo !… Non la sente anche lei, qui, appena varcata la frontiera ?…
- C'è poco da dire - interloquì il signore calvo sbottonandosi la cinghia dei pantaloni. - E' un'altra
umanità, quella nostra, anzi è l'umanità. Le altre cosa vuole…
- E quei due che si abbracciano, lì, sul marciapiede ? Magari si conoscono appena o si sono lasciati soltanto ieri. Magari dicono male l'uno dell'altro all'insaputa l'uno dell'altro… Ma oggi s'incontrano e, cosa vuol farci, la simpatia…
- Ecco - intervenne il signore con i baffi, - lei ha detto la parola : simpatia… In Italia, a differenza di qualunque altro paese del mondo, tutto è simpatia, tutto si fa per e con simpatia… Perfino i doganieri che in fondo fanno il mestiere meno simpatico della terra, lo fanno simpaticamente… Quei tàngheri di Svizzeri, prima, pur con mille salamalecchi e cerimonie…
- No, la verità è che non si può più viaggiare - disse il signore con i baffi - perché appena si lascia l'Italia, si lascia la civiltà. Va bene, abbiamo perso la guerra…
- Chi ? - saltò su il signore calvo. - Noi ?
- Faccio per dire quello che dicono gli altri - rispose il signore con i baffi - che l'hanno persa davvero. Noi l'abbiamo vinta, si sa.
- Noi, e noi soli l'abbiamo vinta - disse il signore con la pipa. - Di noi Italiani in fondo l'unico sconfitto è Mussolini…
- Che paese il nostro ! - disse in tono ammirativo il signore con i baffi.
- E' un gran paese, c'è poco da dire - ribatté il signore con la pipa - che ogni volta che ci si torna…
Trascorsero un quarto d'ora, mezz'ora, quaranta minuti…
- Be' non si parte ? - disse alla fine il signore calvo cavando l'orologio. - Abbiamo già un bel mucchio di ritardo !
- Ih, che furia ! disse il signore con la pipa. - Vuole che le ferrovie italiane, ora, si mettano a imitare quelle svizzere, per le quali il minuto… Macché dico il minuto… il secondo…
- Dio, che noia !… - intervenne il signore con i baffi - Quella puntualità del Nord, meccanica, spietata, inumana…
- No, no - disse il signore con la pipa - non guastiamoci, non guastiamoci con la religione della puntualità… Siamo in Italia, grazie a Dio, è un'altra cosa…
- Eh, sì ! - risposero gli altri due in coro. - E' proprio un'altra cosa, grazie a Dio.

Indro Montanelli
Andata e ritorno


Durante la riunione del 2 febbraio 2000, parleremo dei pregiudizi sui popoli ; perchè si parla bene di un popolo o male di un altro. Ognuno potrà esprimere le proprie esperienze vissute…


La volta scorsa

La prima riunione del 2000 si è svolta all'insegna della spontaneità, della vivacità e dell'amicizia. Nuovi amici si sono giunti alla nostra allegra brigata : Vincent Devos, che conoscevamo già, professore d'inglese e di olandese nonché principale artefice di uno scambio tra la scuola in cui insegna (il Collège di Kain) e una scuola italiana : il Liceo Paleocapa di Rovigo (Veneto) ; Vincent Ducrotois, ingegnere presso la CCB (italcementi) di Gaurain-Ramecroix e reduce di una esperienza professionale in Italia (Basilicata e Trieste) e sua moglie Gaëlle Delrue, che lo ha accompagnato durante il soggiorno in Italia.
Durante la riunione abbiamo potuto assaggiare le ottime "gauffrettes" fatte in casa da Claudette Defrize e che ringraziamo per il gentile pensiero.
La consuetudine vuole che per la festa dell'Epifania si mangi un dolce e si designi un re e una regina. Hanno trovato la fava, quest'anno, Nicoletta e Arcangelo e sono stati incoronati…


Gita a Arlon e visita della CCB.

Tra le attività previste dal nostro club per questo ciclo, figurano la visita del museo lussemburghese di Arlon e la visita della CCB di Gaurain-Ramecroix. Nel museo si potranno vedere monumenti funerari, basi di colonne, capitelli, elementi vari scolpiti, ceramiche, ecc. di epoca gallo-romana molto belli e veramente suggestivi. Ci andremo in macchina. Prenderemo una decisione sulla data del viaggio durante la riunione del 2 febbraio. Per quanto riguarda invece la visita delle cave della CCB, aspettiamo una risposta dalla direzione della società.