Bollettino 77


CLUB DI CONVERSAZIONE

ITALIANA DI TOURNAI





Francesco Hayez (Venezia 1791 - Milano 1882)
Il bacio, 1823, Milano, Brera.

" Ti avvicinerai camminando velocemente, correndo quasi,
e ti getterai nelle mie braccia.
Dicendomi : ce l'ho fatta, amore. E ci baceremo sulla bocca. " (PA)



Gennaio 2001 - N° 77



Tanti   auguri   e   felice   anno   nuovo   2001   !



Il concorso letterario "Gli amanti del metrò 2000" promosso dall'A.S.B.L. " Rétine de plateau ", dalla STIB (trasporti brussellesi) e da altri sponsor, si è svolto quest'anno per la nona edizione con una novità. Certo si trattava come le volte scorse di associare in un testo letterario il tema dell'amore con quello del metrò, ma questa volta il testo lo si poteva scrivere in diverse lingue oltre al francese, in particolare anche in italiano.
L'animatore e moderatore del nostro club di conversazione, Arcangelo Petrantò, ha partecipato al concorso inviando due testi diversi, uno in francese ed uno in italiano.
La giuria e la fortuna hanno premiato il suo testo in francese. Qui di seguito presentiamo il testo in lingua italiana.



La scena si svolgerà lì, all'uscita del metrò. Ci sarà la solita scala mobile. Molto profonda. Ci vorrà una musica piuttosto stridente, angosciosa, scattante.
Io starò là ad aspettarti, impaziente, con l'espressione di chi teme pericoli imminenti.
Non rimarrò fermo, guarderò l'orologio, darò sguardi rapidi attorno a me.
Sul viale, il traffico si snoderà, agressivo e stressante. Se ne sentiranno i rumori. Colpi di claxon. Frenate. Tubi di scappamento. Motori.
E il flusso della gente che entra e che esce dalla stazione. Zoom sulla U gigantesca. U-Bahn.
Intanto arriveranno i treni. Porte che si aprono. Scaricamento della gente. Un via vai da stazione importante. Segnali acustici.
Uscirai dall'ultimo treno. Camminerai in fretta, come se fossi inseguita e dovessi affrontare una minaccia incombente. Passi veloci tra la folla.
Salirai la scala mobile. Ti sforzerai di uscire al più presto.
Uscendo dalla stazione mi scorgerai.
Ti avvicinerai camminando velocemente, correndo quasi, e ti getterai nelle mie braccia. Dicendomi : ce l'ho fatta, amore. E ci baceremo sulla bocca.
Il campo si allargherà e saremo soverchiati dalla folla.
L'immagine si fermerà su quella scena. I colori appassiranno fino a diventare in bianco e nero. Allora sullo schermo apparirà : Berlino 1957.

Arcangelo Petrantò


Un gita a Parigi figura tra i progetti del nostro Club per i prossimi mesi. Considerando l'interesse per questa iniziativa e anche per invogliare chi non si fosse ancora deciso, l'argomento della riunione del 3 gennaio 2001 sarà dedicato precisamente a Parigi e al viaggio in preparazione.
Inoltre, il Presidente Dominique Dogot presenterà off line il nostro sito internet recentemente aggiornato. Il comitato si occuperà delle bevande. Buon appetito !


La volta scorsa

Un'altra volta abbiamo dimostrato di poter divertirci cenando in modo piacevole. Le preparazioni fatte senza retorica ma con cuore e bontà hanno rallegrato la serata e il palato di tutti i partecipanti. Il buon umore e la musica erano all'appuntamento. La formula funziona ed è proprio vincente. Il nostro club va avanti tra sorrisi, amicizia e sillabe sonore.




















Gita a Parigi

Era già stata preannunciata una gita a Parigi. Le cose si stanno organizzando pian piano. Il comitato suggerisce la data del 19-20 maggio 2001. Il viaggio si farà con il TGV. Si dovrà comunicare la propria adesione al progetto il più presto possibile e cioè se possibile per la riunione di febbraio in modo da poter approfittare dello sconto delle prenotazioni ferroviarie nonché di camere d'albergo a prezzo contenuto. Durante la riunione del 3 gennaio verranno comunicate tutte le informazioni disponibili relative a questo simpatico progetto.